Vajont (Erto e Casso)

L’incuria e l’avidità dell’uomo possono essere più devastanti di due guerre mondiali. Sulla facciata della Chiesa di Casso, non a caso uno degli edifici meglio ristrutturati e conservati del paese, alcune lapidi rendono omaggio ai Cassani caduti in guerra. Se ne contano 8, 4 dei quali fotografati nella loro divisa da alpini, caduti fra il 1915 e il 1918, mentre sembrano  essere 2 ,insieme a 5 dispersi in Russia, quelli morti fra il 1940 e il 1943. Due guerre mondiali hanno spezzato 15 vite in paese. Sono bastati pochi istanti, in una sera d’ottobre del 1963, per causare 44 vittime fra gli abitanti del paese.

La notte del 9 ottobre del 1963, quando dal monte Toc si staccò un costone, che, finendo nel sottostante lago artificiale, ne provocò la tracimazione dell’acqua, un’ondata gigantesca, dopo essersi abbattuta sull’ertano, piombò sulle località sottostanti, distruggendo Longarone  e altri paesi del Piave. Erto e Casso furono solo sfiorati dall'ondata.  I morti a Erto e Casso furono  in totale 158. Successivamente, già dall’11 ottobre gli abitanti dei due paesi furono fatti sgomberare e trasformati in profughi dalle autorità. Fu lasciato loro solo il tempo di fare una valigia, vennero  caricati sugli elicotteri e trasportati in Valcellina o nel Bellunese. Sono ospiti delle famiglie di Claut e di Cimolais, oppure da amici o parenti, in colonie e alberghi. Ricevono un sussidio giornaliero, e non sanno che fare. Sono sfollati, eppure hanno una casa a pochi chilometri. Hanno pascoli e bestie e orti da curare. Qualcuno comincia a salire in paese, almeno di giorno. A febbraio (è il 1964) viene costruito il muro della vergogna, come viene presto battezzato: sul passo di San Osvaldo, che collega la Valcellina con la valle del Vajont, si costruisce una barriera – con tanto di carabinieri e posto di blocco – per impedire agli Ertani di tornare a casa loro. Cominciò un interminabile lotta contro L’Enel (allora SADE) e contro lo stato per tentare di riappropriarsi della propria vita e dei paesi che i sopravvissuti furono costretti ad abbandonare. Intervenne la politica, furto fatti referendum per decidere dove ricostruire i paesi fra polemiche non ancora sopite e mille problemi non ancora risolti. Oggi Erto e Casso  sono due  paesi  prevalentemente abbandonati.  Abitati costantemente da pochissimi abitanti, due paesi di montagna che cercano ostinatamente e romanticamente di resistere, che vorrebbero risorgere . Una indagine sul concetto di identitaria  appartenenza di una comunità al proprio territorio basato sulla memoria storica della tragedia e sulle speranze future. Passeggiando oggi nei due paesi oltre ai segni delle distruzione e dell’abbandono ancora visibili e predominanti, si possono vedere case in via di ristrutturazione, qualcuno si sposa, qualche bambino nasce e qualcuno raccoglie ancora il fieno per le bestie come si faceva un tempo. Queste immagini sono parte di un più’ ampio lavoro di documentazione fotografica condotto all’ombra delle diga del Vajont.

 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_L1070523.jpg
 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_L1070549.jpg
 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_L1070526.jpg
 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_L1070529.jpg
 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_L1070643.jpg
 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_12092016-L1010687.jpg
 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_12092016-L1010681.jpg
 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_L1002262.jpg
 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_L1070650.jpg
 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_L1002266.jpg
 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_L1002296.jpg
 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_L1070642.jpg
 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_L1070613.jpg
 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_L1070632.jpg
 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_L1070620.jpg
 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_L1070631.jpg
 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_L1070626.jpg
 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_L1070603.jpg
 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_L1070598.jpg
 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_L1070592.jpg
 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_L1070582.jpg
 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_L1070579.jpg
 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_L1070576.jpg
 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_L1070570.jpg
 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_12092016-L1010697.jpg
 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_12092016-L1010656.jpg
 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_12092016-L1010619.jpg
 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_L1010636.jpg
 
 
http://www.az64.org/files/gimgs/th-91_L1010614.jpg